47 minuti per metà del Paese: come il generale Maister ha conquistato la Stiria contrariamente alle istruzioni di Lubiana

47 minuti per metà del Paese: come il generale Maister ha conquistato la Stiria contrariamente alle istruzioni di Lubiana

Senza le azioni militari del generale Rudolf Maister, l'Austria potrebbe arrivare fino ai Troiani, dicono gli storici. L'allora governo sloveno a Lubiana non appoggiò molto la lotta di Maister e il suo lavoro fu molto apprezzato solo dallo stato della Slovenia, che dichiarò anche festa nazionale in sua memoria. Questo è accaduto durante il primo governo di Janez Janša.

La festa nazionale, che non è un giorno di riposo, è il 23 novembre, perché in questo giorno nel 1918 il generale Maister disarmò la Guardia Verde tedesca e occupò il territorio della Stiria con l'esercito al confine tracciato in base all'etnia dal vescovo Anton Martin Slomšek. nel 1857 unì ecclesiasticamente la Stiria slovena. Alla vigilia delle festività e dell'anniversario, pubblichiamo quindi poche righe.

Perché le vacanze

La festa è una delle tre nuove giornate commemorative introdotte dal primo governo Janša (2004-2008). Il primo è stato il 15 settembre, giorno del ritorno della Primorska in patria, proposto anni fa. Il terzo dei giorni festivi, che non sono giorni di ferie, è il giorno dell'unificazione del Prekmurje con la madrepatria.

Già nel 23 il Comune di Maribor ha dichiarato il 1955 novembre festa municipale. Il 1 ° novembre 1918, il maggiore austro-ungarico Rudolf Maister sorprese i tedeschi e prese il potere su Maribor e sulla Stiria slovena. Si è presentato alle autorità regionali del nuovo Stato di sloveni, croati e serbi (SHS). Il primo governo sloveno a Lubiana lo ha poi promosso a generale. Sebbene il governo non fosse d'accordo, il generale mobilitò e istituì un esercito sloveno di 4000 uomini con 200 ufficiali. Fu formato il reggimento di fanteria di Maribor, la prima unità dell'esercito sloveno regolare, con comando sloveno. Vale a dire, subito dopo l'istituzione dello Stato di SHS, il Consiglio comunale annunciò l'annessione di Maribor all'Austria tedesca, e anche le città di Ptuj e Celje avevano un carattere completamente tedesco. Con un'operazione militare del 23 novembre, iniziata alle quattro del mattino e durata 47 minuti, i combattenti di Maister disarmarono la guardia verde dei tedeschi di Maribor e nei giorni successivi occuparono città slovene fino al confine nazionale.

Lubiana indecisa

Non avevano il loro Maister in Carinzia, né il governo sloveno ha effettuato una rapida mobilitazione per proteggere i confini. Fu solo nel maggio 1919 che l'esercito serbo, insieme al generale, occupò la Carinzia meridionale, e nel giro di pochi mesi dovette ritirarsi a causa del prossimo plebiscito.

Gli storici sono unanimi nella loro valutazione che Maister è l'unico leader sloveno che ha preservato con successo il territorio nazionale sloveno. È riuscito a difendere la Stiria, il Prekmurje e parte della Carinzia nonostante le pressioni militari esterne e l'indecisione ufficiale di Lubiana, che è uno dei motivi della perdita della Carinzia e della Primorska.

Pensionamento forzato

Il generale Rudolf Maister (1874 Kamnik - 1934 Unec) fu ritirato con la forza alcuni anni dopo l'unificazione dello Stato di SHS e della Serbia nel Regno di serbi, croati e sloveni in circostanze poco chiare. Ha dedicato anni alla sua morte alla poesia.

Alla prima celebrazione in onore della nuova vacanza, il primo ministro Janez Janša ha affermato che la Stiria, la Carinzia e il Prekmurje sarebbero andate perdute senza il consolidamento del confine settentrionale. E 'importante per il Primo Ministro che lo Stato non solo celebri gli eventi accaduti a Lubiana, ma anche in altre parti della Slovenia, "poiché abbiamo ripagato il debito di fedeltà della Primorska alla Slovenia a settembre", ha ricordato. In un momento in cui le superpotenze cercavano di limitare la Slovenia territorialmente, non tutti gli statisti sloveni erano all'altezza del compito, Janša descrisse la situazione alla fine della prima guerra mondiale. Uno dei pochi che era capace e aveva una visione era il soldato e poeta Rudolf Maister, ha sottolineato. Il 1 ° novembre 1918, Maister occupò la maggior parte delle caserme di Maribor per conto del nuovo stato di sloveni, croati e serbi, e inviò ufficiali e soldati tedeschi fuori dalla città, continuò il primo ministro. Il 23 novembre disarmò altri 1500 uomini della guardia cittadina tedesca e con l'esercito sloveno iniziò ad occupare i luoghi sloveni fino al confine nazionale settentrionale, ha spiegato Janša. "L'occupazione di questa parte dell'area di confine nazionale slovena in Carinzia e Stiria è stata un fatto compiuto che ha superato anche la Conferenza di pace di Parigi e la proposta di un plebiscito non è stata accettata".

Condividi con gli altri

Tino Mamic

Articoli Correlati