Ci sono più sloveni che donne slovene: oggi è la Giornata mondiale dell'uomo

Ci sono più sloveni che donne slovene: oggi è la Giornata mondiale dell'uomo

Il 1 ° luglio 2020, il 50,2% della popolazione slovena era costituita da uomini, ossia più delle donne, principalmente a causa della maggiore immigrazione dall'estero negli ultimi anni. Gli uomini muoiono in media più giovani, ma in futuro la speranza di vita alla nascita dovrebbe aumentare in modo più marcato per gli uomini che per le donne.

Il 19 novembre è stato contrassegnato come Giornata internazionale dell'uomo dal 1999, ogni anno. Ora è celebrato in più di 70 paesi in tutto il mondo. In questo giorno, il focus è sugli uomini, in particolare nella promozione della salute degli uomini, nel miglioramento delle relazioni di genere, l'importanza del ruolo degli uomini e il loro contributo alla società, nella famiglia, nel matrimonio, nell'educazione e nello sviluppo personale dei bambini.

Gli uomini sono più numerosi

Il 1 ° luglio 2020, la Slovenia aveva una popolazione di poco più di 2,1 milioni (2.100.126). Il 50,2% erano uomini e il 49,8% erano donne. C'erano 8.840 più uomini che donne. Per la prima volta in oltre 160 anni di storia, da quando disponiamo di dati affidabili sulla popolazione nell'attuale territorio della Slovenia, la popolazione della Slovenia ha superato la popolazione il 1 ° luglio 2019. Nell'Unione europea, oltre alla Slovenia, ci sono solo tre paesi con più uomini che donne : Malta, Lussemburgo e Svezia.

In Slovenia, l'aumento della quota di uomini è principalmente il risultato di una maggiore immigrazione di cittadini stranieri, per lo più uomini immigrati da noi per lavoro. Ciò è avvenuto principalmente durante il periodo di condizioni economiche favorevoli negli ultimi anni. Ciò si riflette anche nel rapporto numerico tra i sessi per diverse fasce di età: ci sono più uomini che donne fino a 61 anni. In particolare, tuttavia, il numero di uomini supera il numero di donne di età compresa tra 20 e 50 anni, cioè in età attiva: il 1 ° luglio 2020, c'erano 53.000 uomini in più a questa età rispetto alle donne, ovvero il 53% della popolazione totale di quell'età.

In un quarto dei comuni gli uomini sono meno delle donne

Sebbene ci siano più uomini che donne in tutta la Slovenia, ciò non si applica a tutti i comuni. Il numero di uomini supera notevolmente il numero di donne nei comuni di Šentrupert, Osilnica, Zavrč e Cerkvenjak. Il 1 ° luglio 2020 c'erano almeno un quinto più uomini che donne in ciascuno di questi comuni. Nei comuni di Murska Sobota, Ankaran, Poljčane e Dobrovnik, il numero di donne ha superato significativamente il numero di uomini, di oltre il 5% ciascuno. A metà anno c'erano 57 comuni con meno uomini che donne.

In futuro, anche gli uomini dovrebbero vivere più a lungo, presumibilmente a causa di uno stile di vita più sano

Dall'età di 62 anni in poi, il rapporto tra i sessi in Slovenia è invertito: ci sono meno uomini che donne. La salute generale degli uomini è mediamente peggiore di quella delle donne, presumibilmente a causa di uno stile di vita meno sano, motivo per cui i più giovani muoiono in media. L'età media della popolazione (maschile) morta nel 2019 in Slovenia era inferiore a 74 anni e l'età media della popolazione deceduta in quell'anno era superiore a 82 anni. Anche la speranza di vita alla nascita nel 2019 era inferiore per gli uomini (78,5 anni) rispetto alle donne (84,2 anni).

EUROPOP Le proiezioni demografiche per il 2019 per i prossimi decenni prevedono un aumento dell'aspettativa di vita per entrambi i sessi in tutti i paesi dell'UE, con il divario di genere che si sta lentamente restringendo: in Slovenia, i ragazzi nati nel 2100 possono vivere fino a 89 anni, le ragazze e 93 anni.

Pertanto, e dato il previsto continuo aumento positivo della migrazione straniera in futuro, che dovrebbe continuare a essere dominata dagli uomini, le proiezioni di EUROPOP2019 per la Slovenia prevedono che ci saranno più uomini che donne nei prossimi decenni. Nel 2100 si prevede che all'età di 82 anni ci saranno più uomini che donne.

Fonte: Ufficio statistico della Repubblica di Slovenia, Barica Razpotnik

Condividi con gli altri

Editoriale

Articoli Correlati