Morte di un cimitero

Morte di un cimitero
50 anni fa, il cimitero di Stur è stato abolito. 55 anni fa, l'ultima Kovkovčanka fu sepolta nel cimitero di Stur. Nel 1953, Šturje perse lo status di luogo indipendente e fu annessa ad Ajdovščina. Le due parrocchie della nostra città sono ancora separate dal fiume Hubelj. Fino al 1965 la parrocchia di Stur comprendeva anche l'insediamento di Kovk sull'altopiano di Trnovo.
Ecco perché hanno portato i loro morti da Gora alla sepoltura a Šturje. La bara con il defunto era appesa a un palo, che solo due alla volta potevano trasportare lungo lo stretto e tortuoso sentiero. Lungo la strada, i becchini si sono alternati. Quando hanno raggiunto il bordo di Šturij, hanno posto la bara sulla pietra della morte. I becchini furono sollevati e sistemati prima di entrare in chiesa. Una processione è andata dalla chiesa al cimitero di Stur. Dal 1965, Kovk appartiene alla parrocchia di Otlica. Il luglio 1963 fu l'ultimo defunto ad essere portato lungo il crinale da Gora e fu posto su questa pietra. Nell'ottobre 1965, l'ultima Kovkovčanka fu sepolta nel cimitero di Stur, che era già stata portata in macchina.
Rare lapidi conservate sono visibili anche online, sul portale Geneanet: https://en.geneanet.org/cemetery/collection/208501-pokopali-e-turje

Andrej Kogoj

Articoli Correlati